نوژا پلاسکو

L’HuffPost parla di Grindr mezzo la chat degli untori: stigmatizzati lesbica e HIV+

Sta facendo parecchio contendere un oggetto stampato alcuni giorni fa sull’HuffPost cura la inchiesta di sesso mediante persone sieropositive su Grindr a causa di “provare il emozione di essere vivi”.

L’autore di tale parte, venuto per sapere di questo “fenomeno”, ha scaricato l’app di incontri e ha voluto esaminare il “brivido di capitare gay”, non rendendosi verosimilmente vantaggio di maniera abbia in cambio di messo durante cattiva luce la chat e i suoi utenti.

Potremmo eleggere subito delle riflessioni importanti, come la (si spera) inconscio divisione nell’associare l’HIV alle persone pederasta, maschi, utenti di Grindr; alquanto perche aumentare la ricerca fra gli etero utilizzando una chat di incontri maniera Tinder o Lovoo, inizialmente di spuntare ombre soltanto circa una chat pederasta descrivendola modo un casa avverso usando accorgimenti quali:

Ora non esistono nomi, cognomi, a volte padrino semplice l’eta. Le immagine variano durante tipizzazione e soggetto; alcuni sono senza contare lineamenti, gente si fotografano nudi, si vedono spesso torsi muscolosi privo di apparenza.

Come nell’eventualita che su estranei canali durante incontri ovvero sui social cosicche utilizziamo siano completi di informazioni ovverosia privi di alcune immagini.

L’articolo ebbene prosegue mediante una relazione di Grindr spiegando le tipologie degli utenti e si sofferma sopra un questione da lui delineato dunque: “Tra le categorie ce n’e sennonche una ancora mano sinistra: Positivo“.

Ora potremmo adattarsi un’altra riflessione sul prodotto affinche le persone HIV+ siano attualmente viste come minacce ovverosia perche, specifico perche si parla di Grindr: gli omosessuali siano visti maniera dei pericoli pronti per appestare; tralasciando, incertezza durante arretratezza, cosicche chi e sieropositivo (uomo ovvero cameriera cosicche non solo), presumibilmente segue una terapia antiretrovirale cosicche lo rende compiutamente inoffensivo; tanto l’articolo prosegue in woosa login attuale, mezzo definito dal giornalista, “mondo chiuso” di omosessuali, in quanto lui e riuscito ad ampliare e verso scoprirne l’agghiacciante segreto di una perversione cosicche colpisce i giovani: quella di comporre erotismo non sostenuto e, insieme il adatto fianco fake nel che razza di si dichiara HIV+ viene accostamento da singolo di questi ragazzi il che decide di incontrarlo.

Si chiama Marco, ha 20 anni e usa Grindr da quando ne aveva 14. Confida al nostro fautore quegli affinche prova dal momento che va per alcova unitamente unito ignoto HIV+ informandolo per di piu che non sono durante molti verso condursi appena lui giorno la “paura di ammalarsi oppure di decedere addirittura”.

Il cronista, nondimeno, alquanto che denunciare la scarsa notizia giacche hanno gli adolescenti attenzione le MST, continua nella sua scoperta giacche attanaglia i giovani irresponsabili. Chiama conclusione l’aiuto di coppia psicoterapeute dell’politecnico La perizia di Roma. Una delle sessuologhe denuncia che “sarebbe altolocato adattarsi educazione erotico nelle scuole affinche gli unici stimoli sessuali giacche i ragazzi ricevono sono quelli della pornografia”.

Ed e fedele, eppure questa informazione comodo viene ancora lasciata a causa di sembrare all’istante a inveire di Grindr e dei suoi loschi utenti definiti dalle psicologhe che persone annoiate, alla ricerca di stimoli collegamento queste chat, e chiude dicendo affinche: “con attuale avvenimento e l’AIDS ad appianare il grande porta del aspirazione. Per sentirsi di originale vivi, cercando la morte”.

L’AIDS.

Una sbaglio paragonabile da una professoressa universitaria e con l’aggiunta di unica perche rara. Quasi e il inviato di HuffPost per non occupare le idee chiare, assai in quanto scrive maniera attuale ripulito continui per nascondersi dietro una maschera arancione rimanendo velato mediante una “terribile sensazione di morte”.

Verso andargli un po’ gradimento, tuttavia, si potrebbe concepire in quanto il proprio pezzo voleva abitare innocuo e di esposto in questi giovani annoiati pronti verso osare la caspita verso un po’ di favore. E forse da una porzione e vero, che lo siamo. Un po’ spericolati, mossi da un ambizione centro perche stimoliamo mediante lo scambio di messaggi, di immagine; dall’idea di poter trasgredire e dalle fantasie sessuali in quanto ci inseguono quotidianamente e giacche sfamiamo tramite chat o incontri fini verso dato che stessi. Ciononostante certamente non facciamo caos fra AIDS e HIV, non generalizziamo il atteggiamento degli individui perche frequentano questa o quest’altra chat (motivo in altro modo troppi articoli sarebbero da scrivere…); siamo senza pericolo oltre a informati sulle MST rispetto al articolista e mi piace meditare che l’utilizzo che facciamo di Grindr non come contenuto al erotismo ciononostante di nuovo per conoscersi in mezzo noi e vestire dei rapporti sani e genuini unitamente gli gente.

Nel luogo in cui ‘sani’ e inteso appena di stima e disponibilita per il gente.

Conclusione e rimasta solo un’ultima ricorso, attualmente piuttosto profonda di quelle emerse dall’articolo: tuttavia alla sagace, il inviato, ha disinstallato Grindr ovvero e rimasto fra noi?

33 anni, salentino verso Torino, matematico. Vivrei volentieri qualunque periodo come fosse l’ultimo dato che abbandonato non fossi un procrastinatore. Arpione il buon cibo e la buona musica, ma non toglietemi il junk food e il trash televisivo.

دیدگاهتان را بنویسید

آدرس ایمیل شما نمایش داده نخواهد شد.